Home » Associazioni » La voce delle Associazioni » Diamo scacco al diabete: Ferrara 10 e 11 giugno
 
Diamo scacco al diabete: Ferrara 10 e 11 giugno PDF Stampa E-mail
Giovedì 02 Giugno 2011 14:45

Progetto regionale della Federazione Diabete Emilia Romagna

L’obiettivo ambizioso delle giornate ferraresi è portare “in piazza” il diabete, spiegare la patologia dal punto di vista medico scientifico e dal punto di vista socio-culturale.

Diabete: una malattia in fortissimo aumento che evoca l’idea di una dieta priva di dolci pochi sanno che anche i bambini si ammalano di diabete tipo 1, una malattia autoimmune, la malattia endocrina più diffusa nell’età pediatrica e dalla quale a tutt’oggi non si guarisce. Occorre “creare cultura”, formare e informare, il diabete tipo 2 che riguarda la stragrande maggioranza degli ammalati sta diventando una pandemia in tutto il mondo, conoscere la malattia in ogni suo aspetto può limitarne l’insorgenza e aiutare le persone con diabete a prevenire e ritardare le complicanze.

 

La Fe.D.E.R. Federazione Diabete ER, rappresenta le associazioni emiliano romagnole che operano a favore delle persone con diabete sul territorio regionale. Quale occasione migliore dell’Anno Internazionale del Volontariato per far conoscere a tutti il lavoro del volontariato attivo, queste le motivazioni che ci hanno incoraggiato ad intraprendere un progetto così impegnativo.

Due giorni ricchi di attività per tutta la famiglia impostati sulla prevenzione e sul corretto stile di vita, con stand espositivi e zone adibite a laboratori, punti informativi specifici legati al diabete.

L’evento è in linea con il Programma regionale “la prevenzione delle complicanza del diabete” e il Progetto IGEA che “nel caso del diabete consiste in un una più attiva collaborazione tra persone con diabete e professionisti, dove è strategico il lavoro multi professionale in “team” o “di squadra”, e la componente più importante del team è la persona con diabete che ha la responsabilità di una gestione consapevole e di un controllo continuo della propria malattia”.

Le Associazioni dell’ER saranno riunite sotto la sigla Fe.D.E.R, per accogliere, informare e sensibilizzare su una patologia che ancora oggi é fortemente sottovalutata.

Sarà disponibile materiale informativo circa l’assistenza, dove e come si cura il diabete in ER, sulle attività delle associazioni sul territorio, un’occasione importante per capire insieme “cosa c’è e “cosa manca” nella nostra Regione.

La Fe.D.E.R presenterà la propria Carta dei Servizi: un “libretto”da sfogliare dove si legge non solo “cosa fa” la Fe.D.E.R. ma soprattutto “come lo fa”, dove la parola “democrazia” non è mai scritta, quasi per pudore, eppure tutto gioca intorno a questo concetto.

Una Federazione, se non è democratica, se non ascolta e non coinvolge le Associazioni, perde il contatto con loro e la capacità di rappresentarne gli interessi. Diviene solo un involucro. Emerge nella lettura l’agire concreto, l’attenzione a coinvolgere, a informare e a formare i soci. La lettura della Carta dei Servizi, scritta per gli stakeholder (associazioni socie, persone con diabete, Regione, ASL…..) è di grande interesse anche per le “persone di buona volontà” che volessero costituire in altre regioni un modello analogo

Negli spazi dedicati alla Fe.D.E.R. saranno presenti i professionisti che interagiscono con il diabete:

Dietisti, Psicologi ed Educatori, che porteranno la propria esperienza e saranno disponibili per rispondere alle domande delle persone interessate.

 

 

 

Da Fe.D.E.R Federazione Diabete Emilia Romagna