Home » Associazioni » La voce delle Associazioni » Comunicato congiunto Fe.D.E.R e Azienda USL di Modena
 
Comunicato congiunto Fe.D.E.R e Azienda USL di Modena PDF Stampa E-mail
Martedì 22 Novembre 2011 11:00

Comunicato congiunto

tra Fe.D.E.R (Federazione Diabete Emilia Romagna ) e AZIENDA USL di Modena (capofila della gara di area vasta per la fornitura di sistemi per la misurazione della glicemia)

 

A seguito della pubblicazione sul sito di Fe.D.E.R del documento denominato “avviso di pericolo” relativo alla sostituzione degli strumenti per l’autocontrollo domiciliare della glicemia, si è reso necessario un incontro tra i rappresentanti di Fe.D.E.R ed i rappresentanti dell’AUSL di Modena. svoltosi giovedì 10 novembre 2011.

 

Questo per raggiungere il duplice obiettivo di evitare, in futuro, la diffusione di notizie che potrebbero creare ingiustificato allarme tra gli utenti e di ritrovare un’ottica di leale e proficua collaborazione nel perseguire il comune intento di tutelare, nel miglior modo possibile, la sicurezza e la salute dei pazienti.

 

Nel corso di tale incontro, svoltosi il giorno 10 novembre 2011 a Modena, sono stati esplicitati i percorsi adottati dall’Amministrazione per la gestione della gara, è stata riconosciuta la buona fede di entrambi gli interlocutori ed accertato che quanto accaduto è stato il frutto di difficoltà relazionali e insufficiente comunicazione tra le parti.

Pertanto si è raggiunto un pieno accordo sui seguenti punti:

 

  • sono da escludere problematiche di pericolosità relative agli strumenti aggiudicati in gara, tutti regolarmente in commercio e autorizzati (CE) come da normativa europea; gli eventuali elementi su cui Fe.D.E.R ha avanzato dubbi e su cui sono in corso verifiche riguardano l’approfondimento di specifiche di qualità (accertamenti nella pratica di modalità di funzionamento, grado di precisione.. rispetto a quanto dichiarato e certificato..) nell’ambito comunque di percorsi previsti e spesso necessari nei processi di fornitura di beni sanitari.
    • Fe.D.E.R, pertanto, ha provveduto a rimuovere dal sito il documento “avviso di pericolo” e la lettera ai tecnici dell’AUSL di Modena. Tale comunicazione, infatti, pur pubblicata nel condivisibile intento di richiamare l’attenzione del pubblico su un tema di grande importanza per i pazienti, ha rappresentato, seppur non intenzionalmente, una modalità di dialogo non propriamente opportuna.
  • l’Azienda USL di Modena secondo le procedure normalmente previste sta effettuando un monitoraggio, per un periodo di prova di 6 mesi, del rispetto delle clausole contrattuali per tutti gli apparecchi aggiudicati in gara. Alla fine di questo periodo l’Amministrazione completerà la raccolta di tutte le informazioni disponibili relative alla gara e ai prodotti aggiudicati e procederà ad una attenta valutazione, in collaborazione con i clinici diabetologi e anche con Fe.D.E.R, di tali informazioni.
    • inserimento graduale dei glicemometri: come previsto nel contratto, anche in considerazione delle possibili difficoltà relative all’addestramento, per tutti i glicemometri aggiudicati (in modo particolare per quelli mai utilizzati prima), si è proceduto all’inserimento graduale degli stessi, iniziando con i pazienti ai quali per la prima volta viene proposto l’utilizzo di sistemi per la misurazione della glicemia e/o a coloro che devono sostituire lo strumento.
    • per esigenze specifiche motivate, con particolare attenzione alle particolari ed imprescindibili caratteristiche dell’età pediatrica, è garantita la fornitura dello strumento dotato delle funzionalità più idonee a rispondere a tali esigenze, secondo le modalità previste dalla normativa vigente, in modo da garantire la massima tutela possibile a tali casistiche di pazienti.
    • in seguito alla non aggiudicazione del lotto 3 “Sistema per la misurazione della glicemia capillare in pazienti diabetici giovani con buone capacità di gestione dello strumento”, in attesa dell’espletamento di nuova gara, si è proceduto alla proroga degli attuali contratti in essere nelle singole Province.
    • l’Azienda USL di Modena, di concerto con la Direzione Operativa AVEN e le Direzioni Sanitarie delle singole Aziende, effettuerà incontri con i diabetologi alla presenza di Fe.D.E.R, per favorire corretti e costanti flussi informativi e facilitare la comunicazione tra i diversi soggetti.
    • l’Azienda USL di Modena e la Direzione Operativa di AVEN si impegnano a promuovere, alla conclusione delle verifiche e delle elaborazioni dei dati raccolti inerenti la gara e i prodotti aggiudicati, un incontro con Fe.D.E.R, per l’analisi dei risultati e, qualora necessari, dei conseguenti interventi da adottare.

 

Manifestiamo, quindi, la nostra soddisfazione per l’esito di questo incontro, che ha permesso di recuperare un dialogo corretto e leale basato sul comune presupposto che i valori e gli obiettivi di FEDER e delle Aziende Sanitarie dell’Area Vasta Emilia nord non possono che coincidere nell’impegno a promuovere e garantire i migliori standard di qualità per la cura della patologia diabetica.

 

 

 

 

Sig.ra Rita Lidia Stara

Presidente Fe.D.E.R

 

Dr. Giuseppe Caroli

Direttore Generale Azienda USL di Modena