Home » Associazioni » La voce delle Associazioni » Il 118 annega in una goccia di sangue!
 
Il 118 annega in una goccia di sangue! PDF Stampa E-mail
Lunedì 14 Maggio 2012 09:26

AL MINISTRO DELLA SALUTE

ALL’ASSESSORE RGIONALE SANITA’

ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI SS

PREFETTO DI SASSARI

DIRETTORE GENERALE ASL SASSARI

Il 118 annega in una goccia di sangue!

Basterebbe poco, ma i diabetici rischiano sul serio il coma o peggio ancora, quando in caso di ipoglicemia, frequente in una fase di cambio di stagione, si avvalgono del servizio del 118 (che ci costa 13.000 euro al mese per ambulanza) che si può trasformare invece che nel mezzo idoneo al soccorso salvavita in uno speciale carro funebre.
Questo è l'ennesimo richiamo di allarme, a chi spetta trovare urgentemente una soluzione adeguata prima che sia troppo tardi? 
Allo stato attuale gli operatori del 118 non sanno fare il controllo della glicemia, operazione che svolge in maniera soddisfacente anche un bambino di tre anni, è questo crea una situazione paradossale ogniqualvolta che oggetto del soccorso è una persona con diabete. Un’incongruenza che invece di salvaguardare la vita talvolta rischia proprio di determinare l’effetto contrario.
La glicemia viene misurata solo dal personale dell'auto medicalizzata. Uno stick glicemico effettuato sul posto permette, attraverso la somministrazione di zuccheri semplici e poi di una quota di carboidrati, di risolvere l'ipoglicemia prima di arrivare al quasi coma. Se l'intervento di emergenza fosse effettuato lontano dal pronto soccorso, il paziente rischia di sicuro di arrivare in condizioni gravissime o cadavere.
E' già successo.
Sarà preferibile quanto opportuno consentire la possibilità di un semplice controllo glicemico da parte dei volontari prima che si determini una situazione irreversibile?
Infine, la necessità di salvare una vita non dovrebbe modellare i protocolli di assistenza e intervento? Basterebbe davvero poco per fare il bene del paziente in queste situazioni specifiche e che si risolverebbero nel contempo tutti quei casi di un accesso improprio al pronto soccorso per problematiche facilmente e prontamente risolvibili sul territorio. I nostri esperti saranno all’altezza di risolvere la situazione? 
Per noi il 118 annega in una goccia di sangue! E' solo uno sperpero di soldi.

Cordiali saluti

Il Presidente ADMS ONLUS

Michele Calvisi

 

 

 

 

 

ADMS ONLUS
Via Elio de Cupis 24 - 07100 Sassari
TEL 0039 079 395800
CELL 0039 335 7167777
E-MAIL:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
SITO:  WWW.ADMSONLUS.ORG
C/C postale 13603071
C.F. 92057570902