Home » Esperienze » Il diabete.... da un'altra prospettiva » Bisogna metterselo bene in zucca!
 
Bisogna metterselo bene in zucca! PDF Stampa E-mail
Giovedì 06 Luglio 2006 15:06

Cara Daniela D’Onofrio

Ho 65 anni, ero un insulino resistente, ho provato ad iniettarmi gradualmente fino a 80 mg. d’Insulina Lantus ) fino a quando ho capito e me lo sono messo bene in zucca di mangiare meno e dimagrire qualche Kg.

In 5 settimane ho perso 7/8 kg. Da 109 sono sceso a 101 Kg.

Automaticamente ( naturalmente con l’ausilio della metformina ) ho portato gli zuccheri da 220 a 120 al mattino digiuno.
Alla sera arrivo anche a 80

Continuo la dieta per arrivare a non più usare la Metformina.

Se vuoi puoi pubblicare questo messaggio.
Spero possa convincere qualcuno come me.

Cordiali saluti
Luigi

 

A completamento del messaggio dell'amico Luigi, pubblichiamo il parere del Prof. Geremia Bolli, di Perugia

il caso del Sig. Luigi è importante perchè ci ricorda quanto è importante l'intervento sullo stile di vita nella terapia del diabete di Tipo 2. 
Il ritorno al peso ideale, la promozione dell'attività fisica, l'uso di farmaci insulino-sensibilizzanti come metformina e glitazonici posso far "scomparire" il diabete nel 50% dei casi. 

Anche laddove il diabete non scompare, questi provvedimenti sono di grande aiuto nel controllare meglio l'iperglicemia con l'ausilio di altri farmaci.

Nel caso del Sig. Luigi è importante che continui a dimagrire e il consiglio è di continuare metformina, oltre che attività fisica.

 

Prof. Geremia B. Bolli
Department of Internal Medicine,
Endocrinology and Metabolism
University of Perugia

 

 

6 luglio 2006