Home » Esperti » FAQ - Alimentazione » La frutta alza la glicemia?
 
La frutta alza la glicemia? PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Davalli   
Martedì 28 Luglio 2009 19:50

D: Gentile Dottore
sono F, una donna di 45 anni alla quale circa 7 mesi fa è stato diagnosticato un diabete di tipo 2.
Premetto che dall'età di 29 anni soffro di ipertensione.
Vorrei sapere come è possibile nonostante io segua una dieta ipocalorica e la terapia che il mio diabetologo mi ha prescritto, nel momento in cui mangio un frutto ( mela o pera) o una fetta biscottata la mia glicemia raggiunga dopo circa mezz'ora picchi di 170/200?
Stessa cosa anche a digiuno, al mattino, prima di colazione.
Secondo Lei, può essere legato a problemi di natura neurologica?
E se sì, esiste una terapia che fa al mio caso?

Grazie anticipatamente per la risposta che vorrà inviarmi.

Cordialmente
F. D.M.




 

R: La frutta è ricca di carboidrati (il fruttosio) rapidamente assorbibile ed è normale vedere dei valori di glicemia come quelli da lei descritti 30 minuti dopo l'ingestione di un frutto.  L'importante è che la glicemia sia inferiore a 140 a due ore dal pasto.  

Quindi nessun problema neurologico.

Saluti,

 


Dott. Alberto M. Davalli
Diabetologo - Endocrinologo
Istituto Scientifico H San Raffaele
Milano