Home » Esperti » FAQ - Trapianti, ricerca, complicanze » Piede diabetico e guida
 
Piede diabetico e guida PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Davalli   
Martedì 28 Luglio 2009 06:59

D: Buongiorno,

desidero sapere se una persona affetta da problemi di piede diabetico ad entrambi i piedi può guidare l'auto normalmente.

Mio marito non ha subito amputazioni per fortuna, ma ha gia avuto un intervento al piede sx per rimuovere un infezione (con conseguente piccola riduzione dell'arto) ed il piede dx è monitorato continuamente per un'ulcera piuttosto grave  (e per la quale hanno già prospettato l'amputazione del dito alluce). Ha anche poca sensibilità alla piante dei piedi.

Noi abbiamo sempre viaggiato molto in auto e lui ama guidare e si sente tutt'ora sicuro , però con il problema di questi piedi e le insensibilità alla pianta dei piedi non so se faccio bene a fidarmi.

Grazie per una Vostra risposta.

C. M.




 

R: Buongiorno,

una grave perdita della sensibilità potrebbe parzialmente pregiudicare la guida.  

Tuttavia, il tipo di sensibilità che consente di sapere la posizione che ogni nostro arto ha nello spazio (ad esempio se la mia gamba sta spingendo in giù il pedale di freno e/o frizione oppure non lo sta facendo) è di un tipo diverso da quella tattile e termica e non viene danneggiata dal diabete se non in casi rarissimi.  Detto questo, spingere sui pedali esercita una pressione sul piede che potrebbe avere un effetto negativo sulla chiusura/guarigione delle lesioni ulcerative.

In conclusione, eviterei di usare la macchina in città (dove è molto frequente l'uso dei pedali) mentre non vedo problemi ad usare la macchina per viaggi autostradali e su strade poco trafficate.

Saluti cordiali,

 

 


Dott. Alberto M. Davalli
Diabetologo - Endocrinologo
Istituto Scientifico H San Raffaele
Milano