Home » Esperti » FAQ - Trapianti, ricerca, complicanze » Rischi del trapianto di isole
 
Rischi del trapianto di isole PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonio Secchi   
Venerdì 31 Luglio 2009 16:53

D:

Mi riesce abbastanza difficile riuscire a capire se il trapianto di cellule pancreatiche possa essere effettuato anche in soggetti diabetici che hanno subito interventi al cuore e riuscire a capire le eventuali percentuali di riuscita di questo tipo di trapianto.
Tempo fà mi fu sconsigliato di tentare il trapianto di pancreas poichè le cure che avrei dovuto fare dopo il trapianto non potevano assere associate con la
terapia per il cuore, vale la stessa cosa per il trapianto di cellule pancreatiche?.


Grazie


S. B.

 

R:

Gentile Signora S,
le controindicazioni al trapianto sono molto complesse e non sintetizabili in poche righe.
Esistono alcuni rischi legati sia alla procedura che all’uso degli immunosoppressori. Per questa ragione le indicazioni al trapianto di isole sono limitate a pazienti nei quali sia provato che la terapia insulinica intensiva (4 iniezioni al di’ o infusore) non riesca ad ottenere un controllo accettabile o esponga il paziente a rischi o stress inaccettabili.

Saremo lieti di valutare le Sue condizioni cliniche e le eventuali indicazioni al trapianto mediante una visita medica.
Nel ringraziarla per l’interesse mostrato alla nostra attivita’

colgo l’occasione per inviarLe cordiali saluti


Prof. Antonio Secchi
Programma di Ricerca Strategica Trapianti
Direttore
Professore Associato in Medicina Interna
Universita Vita-Salute San Raffaele
Via Olgettina 60
20132 Milano