Home » Esperti » FAQ - Trapianti, ricerca, complicanze » Iniziare retinopatia
 
Iniziare retinopatia PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Piermarocchi   
Venerdì 31 Luglio 2009 17:36

D: 

Gentile Dottor Piermarocchi,

mi chiamo L., ho 35 anni e sono diabetica da 22 anni. Ho appena fatto l'esame del fondo dell'occhio dal quale è risultata una retinopatia iniziale (rari microaneurismi più un micro essudato, situazione stabile dall'esordio della retinopatia, 5 anni fa).

Le rivolgo una domanda: dando per scontato il massimo sforzo per mantenere una buona emoglobina glicosilata, ci sono ad oggi farmaci preventivi o che possano rallentare la progressione della retinopatia e proteggere i vasi?
Periodicamente leggo di ricerche su possibili nuove terapie (l'ultima che ho letto: antibiotico MINOCICLINA), ma si tratta sempre di sperimentazioni allo stadio iniziale, alle quali non trovo mai seguito: ad oggi, cosa posso richiedere in farmacia?

Grazie, L.

 

R:

Gentile Signora,

Terapie farmacologiche in fase di sperimentazione ve ne sono tante, sino ad oggi nessuna ha dato alcun significativo risultato per lo stadio di retinopatia che lei ha. Non mi fiderei di segnalazioni su giornali non scientifici (peer-reviewed) poiché sono spesso prive di base scientifica e condizionate da interessi commerciali.
Ad oggi il sistema migliore è lo stretto controllo della glicemia ed una assidua frequentazione dall’Oculista.


Un caro saluto


 

Stefano Piermarocchi, MD

Professor of Ophthalmology

University of Padova

Via Giustiniani 2, 35128 Padova (Italy)

 


Stefano Piermarocchi