Home » Esperti » FAQ - Trapianti, ricerca, complicanze » Idromassaggio per piede diabetico
 
Idromassaggio per piede diabetico PDF Stampa E-mail
Scritto da Emanuela Orsi   
Domenica 25 Luglio 2010 09:49

D:
Gentile dottoressa, mia sorella è diabetica da molti anni. Ha 35 anni ed il diabete è comparso a circa 8.
Tra le varie problematiche che caratterizzano la sua salute, soffre di piede diabetico e neuropatia.
La mia domanda a questo punto è la seguente: sarebbe benefico l'utilizzo di un idromassaggiatore per i piedi
al fine di migliorare la circolazione e magari ripristinare almeno in parte la sensibilità sui piedi, ridotta a bassi livelli
dalla neuropatia ? Oppure non porterebbe beneficio o addirittura aggraverebbe il problema?
Mi scuso se uso termini impropri, ma non conosco molto bene la medicina e vorrei solo aiutare mia
sorella a trovare soluzioni per migliorare la qualità della sua vita, purtroppo costellata di innumerevoli problemi di
salute (di cui è in buona parte responsabile a causa di scarsa attenzione nei confronti della sua malattia)

In attesa di una Sua gentile risposta Le porgo

Cordiali Saluti,


L. M.

 

R:
Gentile Signor M., l
a neuropatia diabetica causa un' alterazione della guaina dei nervi che man mano perdono la capacità di trasmettere la sensibilità, in particolare quella al dolore, e creano deformità al piede. L'alterazione della circolazione sanguigna è sempre causata da diabete e anch'essa contribuisce, anche se in modo diverso, a rendere difficoltosa la guarigione alle ferite. Ad oggi non esiste una cura specifica che agisca sulla causa della neuropatia, ma farmaci che possono ridurre i sintomi.  Quello che noi diciamo sempre, perchè gli studi ce lo dicono, è di cercare di avere un buon compenso del diabete, che è dimostrato essere efficace nel ridurre o rallentare le complicanze e avere un corretto stile di vita: non fumare, perchè questo rende i vasi calcificati, e fare attività fisica, senza rischi.
Inoltre bisogna avere una grande attenzione all'igiene e alla cura del piede, osservandoli ogni giorno per evidenziare eventuali ferite immediatamente. Noi diabetologi diciamo anche di non tenere per troppo tempo a bagno i piedi (cosa che avverrebbe con l'idromassaggio), e di asciugarli con un panno morbido molto bene, per non causare macerazioni e fissurazioni, porte di ingresso per batteri e conseguenti infezioni.
Inoltre, la vasodilatazione che sarebbe necessaria a migliorare la circolazione arteriosa, può essere ottenuta in modo efficace solo con farmaci o con la chirurgia, mentre un idromassaggio agirebbe in superficie, dando solo una vasodilatazione venosa, poco utile in questo caso.
Quindi, a conti fatti, direi che sua sorella non avrebbe un grande vantaggio con l'idromassaggio ai piedi. L'aiuterebbe maggiormente il controllo del diabete, anche se sono consapevole di quanto ciò possa essere difficoltoso.

Un caro saluto 

Dr Emanuela Orsi
Responsabile del Servizio di Diabetologia ed Obesità presso l’U.O. di Endocrinologia e Diabetologia della Fondazione Policlinico IRCCS di Milano