Home » Esperti » FAQ - Trapianti, ricerca, complicanze » Trapianto di isole incapsulate
 
Trapianto di isole incapsulate PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonio Secchi   
Martedì 20 Novembre 2012 07:59

D: Buongiorno,
sono P. S. e sono papà di una bambina di 10 anni che è affetta da diabete di tipo 1 da 8 anni e mezzo.
Sono di Padova e mia figlia è seguita dalla prof.ssa Carla Monciotti. Ho letto del trapianto che è stato effettuato a Perugia con l'equipe del dott.Calafiore delle insule incapsulate nel 2006.
Esistono dei risultati accettabili dopo 3 anni dal primo trapianto o questa tipologia di trapianto non ha portato ad risultati sperati??
Ad oggi, 06/10/2009, la strada più promettente è quella che stà sperimentando il San Raffaele con il trapianto nel midollo osseo?? In attesa di una vs. cortese risposta, vi invio i miei migliori saluti

S. P.

 

R: Egregio Signor S.,

al momento non esiste la possibilita' di eseguire il trapianto di isole in pazienti pediatrici, in quanto richiede comunque l'utilizzo di una terapia imunosoppressiva non                    priva di rischi.
Dopo il 2006 Calafiore non ha eseguito altri trapianti incapsulati.
Il midollo e' al momento in una fase altamente sperimentale.La ringrazio per l'interesse nelle nostra attvita'.Per un informazione costante potra' riferirsi al sito del                          DRI: http://www.liberidaldiabete.it

Cordiali saluti

Antonio Secchi

 

 

 

Antonio Secchi, MD

Director
Strategic Research Program on Transplantation
Associate Professor of Medicine  
Vita-Salute San Raffaele University
Via Olgettina 60
20132 Milano, Italy