Home » Esperti » FAQ - Trapianti, ricerca, complicanze » Posso partecipare alla sperimentazione?
 
Posso partecipare alla sperimentazione? PDF Stampa E-mail
Scritto da Francesco Dotta   
Domenica 02 Dicembre 2012 19:26

D: Caro prof. Dotta,

sono un ragazzo di 37 anni, diabetico tipo 1 da nove anni e sono della provincia di Messina.
Vorrei esser reclutato per la sperimentazione relativa alle sue ricerche sugli Actiobiotics ingegnerizzati, vorrei sapere quali diabetologi sono interessati nella mia zona a questo genere di sperimentazione.
So che superati i 10 di "anzianità" di malattia , non potrei più partecipare al trial, ed io sono molto stanco....
Grazie se risponderà.

 

R: La ringrazio per il messaggio e per l'interesse nei nostri studi.

Al momento, i nostri risultati sono stati ottenuti in un modello preclinico di diabete tipo 1 (topolini di laboratorio che sviluppano una forma di diabete assai simile al diabete tipo 1 nell'uomo) e la sperimentazione clinica inizierà nel 2013, con una primissima fase dove si verificherà la sicurezza (e non l'efficacia) del trattamento e che verrà effettuata su individui sani. Successivamente, se questa prima fase non avrà evidenziato problemi di sicurezza, si procederà alla sperimentazione mirata ad evidenziarne l'efficacia e quindi sarà condotta su soggetti con diabete tipo 1.
Verosimilmente questa seconda fase dovrebbe iniziare tra circa 1 anno (autunno 2013) e riguarderà quei soggetti che rientreranno nei criteri che la Commissione che disegnerà lo studio avrà stabilito.
Pertanto, ritengo di poter avere aggiornamenti più precisi su tempi e caratteristiche della sperimentazione in Italia nella tarda primavera del prossimo anno.
Naturalmente potete contattarmi quando volete per eventuali chiarimenti o aggiornamenti.

Cordiali saluti

Francesco Dotta