Home » Esperti » FAQ - Questioni legali » Diritto alla 104
 
Diritto alla 104 PDF Stampa E-mail
Scritto da Umberto Pantanella   
Lunedì 18 Gennaio 2016 08:24

D:

Caro Umberto,

sono V. D. D, sono un Pediatra e lavoro a ....
Mi occupo di bambini con DM dai tempi della specialità, qui a .... da 10 anni. Ho rilevato che una percentuale elevata di mamme di bambini con DM non lavorano: di queste alcune hanno rinunciato al lavoro per dedicarsi alla malattia del figlio.
Con l'obiettivo di migliorare la qualità di vita dei bambini e delle famiglie ci stiamo impegnando a rinforzare la "rete" tra SSN-scuole e uffici vari. Ho visto che diverse mamme non riescono ad ottenere la 104 e non riesco a capire come mai: dovrebbero avere diritto a seguire il figlio quando ha i controlli e quando il diabete presenza periodi di instabilità.
In genere chi di loro richiede l'assegno di accompagnamento lo ottiene, ma non ti so dire che percentuale di invalidità attribuiscano.

Grazie

V.

 

R:

Gentile V.
L'indennità di accompagnamento  spetta, anche a beneficio di minori sino al 18 anno di età e consiste nel riconoscimento di una invalidità totale e permanente del 100% accompagnata dalla impossibilità di deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore, ovvero impossibilità di compiere gli atti quotidiani della vita e conseguente necessità di un'assistenza continua. E ciò indipendentemente dal reddito, se prodotto, del genitore. 

Invece i benefici della legge 104 riconosciuti in favore dei genitori di minori, consistono nei congedi parentali e nei permessi retribuiti e presuppongono un rapporto di lavoro, come pure il congedo straordinario.

Data questa prima distinzione, affinché un minore diabetico ottenga, o l'uno o l'altro beneficio, è richiesta una percentuale di invalidità piuttosto elevata, come dalle tabelle sulla invalidità Civile (DM 05/02/1992):
DIABETE MELLITO TIPO 1° O 2° CON COMPLICANZE MICRO MACROANGIOPATICHE CON MANIFESTAZIONI CLINICHE DI MEDIO GRADO (CLASSE III)
Percentuale da 41 a 50
DIABETE MELLITO INSULINO DIPENDENTE CON MEDIOCRE CONTROLLO METABOLICO E IPERLIPIDEMIA O CON CRISI IPOGLICEMICHE FREQUENTI NONOSTANTE TERAPIA (CLASSE III)
Percentuale da 51 a 60
DIABETE MELLITO COMPLICATO DA GRAVE NEFROPATIA E/O RETINOPATIA PROLIFERANTE, MACULOPATIA, EMORRAGIE VITREALI E/O ARTERIOPATIA OSTRUTTIVA (CLASSE IV)
Percentuale da 61 a 100.

Se il diabete non è scompensato e la situazione di scompenso è momentanea o periodica, la tendenza della Commissioni Mediche dell'INPS è quella di negare la richiesta dei benefici predetti.
Spero di esserLe stato di aiuto.
Cordiali saluti. 


Avv. Umberto Pantanella