Home » Esperti » FAQ - Questioni legali » Misurazione della glicemia sul posto di lavoro
 
Misurazione della glicemia sul posto di lavoro PDF Stampa E-mail
Scritto da Umberto Pantanella   
Lunedì 02 Gennaio 2017 07:31

Domanda: Salve

io sono diabetico e da un anno e mezzo sono. Passato con. Linzulina 4 volte al. Giorno io sono un metalmeccanico e a volte per misurarmi la glicemia li devo fare di nascosto perché dicono che perdo tempo  preciso che lavoro in questa azienda da trent'anni   cè una legge che mi tutela su questa cosa grazie

 

 

Risposta: Gentile signore

la norma che tutela il lavoratore diabetico è contenuta nella L. 115/1987 la quale stabilisce il divieto di qualsiasi discriminazione nei riguardi dei pazienti diabetici nell’accesso a posti di lavoro pubblico e privato e raccomanda la necessità di agevolarne l’inserimento nelle attività lavorative. ("Disposizioni per la prevenzione e la cura del diabete mellito")
L'art 8 stabilisce infatti che "La  malattia  diabetica  priva  di  complicanze invalidanti non costituisce  motivo ostativo .... per l'accesso  ai  posti di lavoro pubblico e privato"
Pur se riferita al momento dell'ingresso nel mondo del lavoro, va aggiunto che è opportuno (e spero che Lei lo abbia fatto) informare il datore di lavoro della Sua "nuova" patologia e della necessità di misurazione della glicemia durante l'orario di lavoro, in quanto, per la Sua salute e per l'incolumità Sua e dei Suoi colleghi di lavoro, Lei non può essere adibito a mansioni incompatibili con la Sua patologia.
Se è addetto ad una catena di montaggio o ad un lavoro seriale, temo che, per l'organizzazione dell'azienda, Lei potrebbe essere adibito ad altra mansione, in quanto, come da Lei riferito, la misurazione della glicemia comporta una perdita di tempo.
Onde evitare conseguenze negative, Le consiglio di informare il datore e di trovare una soluzione concordata, nel rispetto delle Sue esigenze e di quelle dell'azienda in cui lavora da trent'anni.

Cordiali saluti


Avv. Umberto Pantanella