Home » Esperti » FAQ - Terapia e cura » Diabete infettivo?
 
Diabete infettivo? PDF Stampa E-mail
Scritto da Geremia Bolli   
Venerdì 27 Febbraio 2009 19:55

D: vengo a chederLe se c'è possibilità di infezione da diabete. Nel fare l'insulina a un paziente diabetico, mi sono punto il dito medio mentre rinfilavo la protezione alla siringa, dopo averne sommininistrato la dose mattutina.

Vengo a fare questa richiesta perchè, prima avendomi fatti diversi  controlli nell'arco del tempo, avevo sempre riscontrato un valore intorno a 85.
L'altro giorno dopo pranzo, mangiai un po' di gelato, e dopo dieci minuti di riposo alzandomi dalla sedia, mi sembrava di essere ubriaco, una sensazione durata per parecchio tempo, tenga presente che non bevo alcolici, al massimo un quarto di bicchiere con l'aggiunta di acqua in casi rari.
La sera alle 16,30 recandomi a fare la solita insulina a  mia madre ho fatto un controllo e riscontrai un valore di 135, il giorno dopo il 16.06.05 avendo passato una nottata d'insonnie alle 7,32 andai a fare la solita dose a mia madre, mi rifeci un controllo, e riscontrai un valore di 108 , questa mattina 17.06.05 alle 7.35 ho riscontrato un valore di 102 , c'è possibiltà di ristabilità oppure sono condannato a questo male.
Mi chiedo perchè non viene raccomandato quando si fanno questi corsi rapidi di fare molta attenzione a queste cose?
A che punto sono le ricerche per debellare questo cancro dell'umanità.

Sperando di aver dato troppo disturbo saluto cordialmente
P. V.

 

R: Sig. P.,

rispondo alla Sua domanda: NO, il diabete non è contagioso e non si può trasmettere da sangue a sangue.

Le glicemie che Lei ha trovato su stesso sono "dubbie", forse normali, ma di difficile interpretazione perchè ottenute con stick.

Lei dovrebbe fare una glicemia venosa a digiuno in laboratorio e, se il medico lo consiglia, un carico orale di glucosio.

Debellare il diabete? Lei ha ragione, in tanti stanno lavorando...speriamo bene


cari saluti

 


 

Prof. Geremia B. Bolli
Department of Internal Medicine, Endocrinology
and Metabolism
University of Perugia