Home » Esperti » FAQ - Terapia e cura » Il cromo picolinato migliora il controllo glicemico?
 
Il cromo picolinato migliora il controllo glicemico? PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Davalli   
Martedì 28 Luglio 2009 19:29

D: Egregio Davalli, sono un paziente diabetico di 47 anni, dal 2006 sono stato dichiarato diabetico.
Le volevo chiedere un'informazione nel mese di marzo scorso ho letto questa notizia  sul uso dell'integratore di cromo, che è stato pubblicato in data 8 /3/2007 - una rassegna di studi nel numero di febbraio della rivista Diabetes Technology & Therapeutics che conferma che il cromo picolinato è la forma di cromo più efficace nel migliorare il controllo glicemico e normalizzare i parametri lipidici nei soggetti con diabete di tipo 2.

“Le precedenti ricerche sul cromo avevano esaminato tutti i tipi di cromo presenti sul mercato a dosaggi variabili. Ma solo il cromo picolinato, che ha prodotto risultati consistenti rispetto alle altre forme di cromo, ha mostrato di poter essere un supporto nutrizionale aggiuntivo al trattamento del diabete.” ha affermato il dr. C. Leigh Broadhurst, co-autore e responsabile della ricerca. La rassegna ha analizzato 15 studi clinici di persone affette da diabete, evidenziando che il cromo picolinato produce benefici in uno o più parametri standard utilizzati per il monitoraggio del diabete, senza riportare effetti collaterali. Gli studi hanno preso in esame persone con diabete di tipo 2, di tipo 1, gestazionale e indotto da corticosteroidi. Tutti gli studi mostrarono miglioramenti in uno o più parametri del controllo glicemico tra cui glicemia a digiuno, glicemia postprandiale, insulina a digiuno, insulina postprandiale, emoglobina glicata o sensibilità all'insulina. Hanno partecipato ai trials un totale di 1690 soggetti, 1505 dei quali hanno assunto cromo picolinato. 12 dei 15 studi erano randomizzati controllati e tre erano non-in-cieco. I dosaggi di cromo picolinato variavano tra i 200 e i 1000mcg/die e la durata della supplementazione tra 1 settimana e 10 mesi. I supplementi di cromo sono disponibili sul mercato in diverse forme tra cui cromo picolinato, cloridrato e nicotinato. I ricercatori indicano che il cromo picolinato, la forma più studiata di cromo, presenta un'assorbimento e un'efficacia maggiori rispetto alle altre forme. Un altro studio clinico condotto dall' Ohio State University Department of Nutrition, e presentato nel 2005 al meeting annuale della Federation of American Societies for Experimental Biology (FASEB), ha mostrato che il cromo picolinato è assorbito in maniera maggiore delle altre forme di cromo disponibili. Inoltre, uno studio su animali condotto dal U.S. Department of Agriculture e pubblicato sul Journal of the American College of Nutrition , ha mostrato che il cromo picolinato era meglio assorbito nei tessuti (in particolare fegato e muscoli) del cromo cloridrato e di quello nicotinato. In questa rassegna gli studi sono stati tratti da alcune fonti, tra le quali PubMed e Science Direct, e da una precedente rassegna sugli effetti del cromo picolinato sul controllo glicemico. 

Secondo lei quanto è attendibile? Io personalmente lo ho provato è ho visto che due ore dopo i pasti in affetti la glicemia era diminuita.

La ringrazio anticipatamente per la risposta e la saluto cordialmente.

S S

Padova


 

R: Gli studi riportati sono attendibili. 
Il cromo picolinato può essere usato in associazione ad altri farmaci nella terapia del diabete mellito sia di tipo 1 che 2. 

Cordiali Saluti,

 


Dott. Alberto M. Davalli
Diabetologo - Endocrinologo
Istituto Scientifico H San Raffaele
Milano