Home » Esperti » FAQ - Terapia e cura » Aumento di peso
 
Aumento di peso PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Davalli   
Martedì 28 Luglio 2009 20:00

D: Dal 2004 che portavo il microinfusore con Humalog con conseguenti pronunciati episodi di LIPOATROFIA su braccia e gambe, finalmente trovo il diabetologo "giusto" (almeno spero) a Vicenza che appena mi vede decide di togliermi immediatamente la pompa per insulina e farmi passare nuovamente alle penne ma con una insulina diversa: APIDRA 3 volte al dì e LANTUS come basale alla sera.
Questo radicale cambiamento è avvenuto a marzo 2007 che pesavo 67-68 kg e sempre pancia gonfissima.

Ora siamo settembre 2007 ed il mio peso è arrivato a ben 74 kg (sono alta 161 cm, veda un po' lei!).
L'ultimo controllo con questo diabetologo è stato il 3 agosto 2007; lui non ha dato molta importanza all'aumento di peso, bensì è stato soddisfatto da come sono cambiati i miei esami.
La mia HbA1c prima era 8.9 ed ora è scesa a 7.6: benissimo! tuti gli altri esami sono a dir poco eccellenti, a parte i consueti anticorpi antitiroide che sono un po' sopra il valore consigliato, ma FT3, FT4 e TSH sono perfetti.
E questo maledetto aumento di peso.

Nel 2002 ho avuto un bambino con taglio cesareo per sproporzione del feto (3970 g) dopo ben 14 ore di travaglio e qualche problemino di glicemia dal sesto al nono mese di gravidanza che dopo il parto si era completamente risolto; poi nell'aprile 2003 la tragica scoperta...sono stata ricoverata con 426 di glicemia...non c'erano dubbi....diabete di tipo 1 e via con l'HUMALOG.
Ma ahimè mi bruciava tantissimo questa insulina e allora provai la NOVORAPID ma era la stssa cosa.
Nel novembre 2003 sono stata ricoverata all'Humanitas di Rozzano per un intervento di embolizzazione selettiva di fistole renali artero-venose e dopo 20 gg per una eminefrectomia sempre al rene sx (tutto ciò in conseguenza al cesareo - mi hanno reciso un uretere sx logicamente a mia insaputa).
Allora pesavo 56 kg.
Dopo ho cominciato ad assumere la pillola (Jasmine) per 6 mesi, sempre sotto controllo medico, e già sono arrivata in un batter d'occhio a 66 kg.
E da lì poi sono rimasta abbastanza stabile, tranne poi appunto a marzo di quest'anno.

E quindi la mia domanda: secondo Voi è può essere tutto imputabile all'insulina????????
Ho ridotto tanto la mia alimentazione, fino ad arrivare a settimane alternate a mangiare solamente una pesca ed uno yogurth ogni pasto. Ma la situazione non migliora.

Cosa mi consigliate di fare?

Vi ringrazio e Vi faccio i miei complimenti per il sito....

A presto

A Z


 

R: E' noto che la terapia insulinica iniettiva induce un aumento di peso che comunque ha sempre alla base una dieta sbagliata. 
Segua quindi una dieta da 1200 Kcal/die però alla lettera! 
Una nuova insulina lenta che pare abbia minori effetti sull'aumento ponderale è l'insulina "levemir" che potrebbe eventualmente essere sostituita alla Lantus (ne parli con il suo diabetologo). 
Un'altra possibilità è quella di iniziare la terapia con metformina che è un farmaco insulino sensibilizzante che si prende per bocca che viene utilizzato solitamente nel diabete di tipo 2. 
Tuttavia, anche nei pazienti con diabete di tipo 1, l'effetto insulino-sensibilizzante della metformina consente di poter ridurre le dosi di insulina e quindi il suo  effetto "ingrassante".

Cordiali Saluti

 


Dott. Alberto M. Davalli
Diabetologo - Endocrinologo
Istituto Scientifico H San Raffaele
Milano