Home » Esperti » FAQ - Terapia e cura » Dubbi su terapia insulinica
 
Dubbi su terapia insulinica PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Davalli   
Martedì 28 Luglio 2009 20:16

D: Gentilissimo Dr. Alberto M. Davalli,

le scrivo perchè ho un fratello di 12 anni (peso 45 kg) affetto da diabete di tipo 1; mio fratello fino ad ora ha utilizzato la sera e la mattina Levemir e Actrapid e a pranzo solo Actrapid, ma da qualche giorno in sostituzione a queste insuline gli è stata prescritta Novomix 50 da utilizzare alla mattina e alla sera.
Utilizzando Novomix 50 però, la mattina non presenta alcun problema mentre la sera si verificano sempre delle ipoglicemie difficilmente controllabili (preciso che solitamente la mattina gli venivano somministrate dosi uguali di Actrapid e Levemir -7u-, mentre alla sera il dosaggio era nettamente diverso ovvero a parità di Levimir -7u- era sufficiente somministrare dosi ridotte di Actrapid -4u-).

Le chiedo quindi, quale possa essere la soluzione migliore, chiedendole anche se, per evitare due fastidiose iniezioni in più al giorno, sia possibile premiscelare "artigianalmente" Actrapid e Levimir nelle dosi solitamente somministrate.

Ringraziandola in anticipo per la risposta porgo cordiali saluti

M



 

R: Gent.le Sig.ra,

Se ho ben intuito la ragione del cambio dello schema di terapia insulinica è stato quello (comprensibile in un ragazzino) di ridurre il numero delle iniezioni utilizzando insuline "premiscelate". 
A questo proposito (come giustamente osservava anche lei), le 2 iniezioni di dosi uguali di insulina lenta e rapida fatte al mattino possono essere efficacemente sostituite da una singola iniezione di Novomix 50 a dose doppia. 
Al contrario, se alla sera il rapporto lenta:rapida era 7:4, queste 2 iniezioni sono meglio sostituite da una singola iniezione di 11 unità (7+4) di Novomix 30 (ovvero quel tipo di insulina novomix premiscelata nel quale il 30% è costituto da insulina rapida ed il 70% da insulina lenta). 
Infine, da quanto riferito il problema è l'ipoglicemia alla sera. 
Questo potrebbe essere dovuto alla sovrapposizione dell'effetto della novomix 50 del mattino con quello dell'actrapid di mezzogiorno. 
Il mio consiglio è quello di sostituire actrapid con dosi uguali di Novorapid (la sola componente rapida presente nelle novomix).  Questa insulina ha una durata di azione molto più breve di quella della actrapid e, quindi, non si rischia la sovrapposizione degli effetti.
In breve lo schema che suggerirei è il seguente:
Novomix Flexpen 50: 14 unità subito prima della prima colazione
Novorapid Flexpen:  le stesse unità di actrapid fatte adesso subito prima di pranzo
Novomix 30  Flexpen: 11 unità subito prima di cena

Il problema delle insuline premiscelate è che non sono flessibili, ovvero, a colazione e cena non si può aumentare il dosaggio in considerazione di un pasto più ricco in carboidrati perchè aumentando la componente rapida si aumenta automaticamente anche la componetnte lenta. 
Ricordatevi quindi di sfruttare il pasto di mezzogiorno per questo, naturalemnte facendo tante unità di insulina rapida in più, quanti sono i carboidrati in più (imparate a fare il calcolo dei carboidrati), solitamente per ogni 10 grammi di carboidrati bisogna fare da mezza ad 1 unità di insulina in più (l'unico modo per imparare è provare ... sbagliare e .. correggere).

NON bisogna mai miscelare artigianalmente insuline diverse, possono precipitare dei componenti e renderle inefficaci.

Spero di essere stato chiaro, in ogni caso ne discuta con il suo diabetologo.

Cordiali Saluti

 


Dott. Alberto M. Davalli
Diabetologo - Endocrinologo
Istituto Scientifico H San Raffaele