Home » Esperti » FAQ - Terapia e cura » Alcool, spinelli e diabete
 
Alcool, spinelli e diabete PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Davalli   
Martedì 28 Luglio 2009 20:24

D: Egregio dottore,
mio figlio N, 19 anni, con diabete 1 scoperto tre mesi fa, è attualmente in fase di regressione tanto da iniettarsi solamente 4 dosi di Humalog prima di cena, 14 di Lantus prima di dormire e nient'altro nè a colazione nè a pranzo e pur facendo anche spuntini.

Così facendo, la sua glicemia è tra i 70/100 a digiuno e intorno a 150 (qualche vollta 170/180) due ore dopo i pasti.
Lui sta bene, è tranquillo e si regola da solo, mangiando in modo piuttosto sano. 
Il problema è che ha scoperto che il rialzo della glicemia è minimo anche se beve vino o birra.
Dico che è un problema perchè purtroppo ha un gruppo di amici che mi pare beva un pò troppo, e lui, per non sentirsi tagliato fuori, forse a volte si adegua! 
Ora, al di là del rialzo glicemico minimo, quanto male può fare l'alcool alla salute di un diabetico? ......... e gli spinelli?

Non sono troppo allarmata, perchè so che è un ragazzo responsabile e con la testa sulle spalle, ma vorrei che capisse che i problemi di salute derivanti da abusi si potrebbero evidenziare col passare degli anni....

Vorrei insomma che avesse qualche paura e timore in più ...e si preservasse nel migliore dei modi per quando scopriranno LA CURA definitiva per il diabete!!!

Grazie e cordiali saluti.



E V


 

R: Gent.le Signora,

le gliemie a digiuno vanno benissimo, quelle postprandiali sono appena un poco troppo elevate. 
Per la sera consiglio di aumentare l'insulina Humalog di 1 unità.  
Per colazione e pranzo può assumere 10 minuti prima del pasto una compressa di acarbosio (glucobay 50 mg) che riduce l'assorbimente dei carboidrati a livello intestinale e di conseguenza la glicemia post-prandiale.

Per quanto riguarda le bevande alcoliche, se assunte in modica quantità (un bicchiere di vino o una birra piccola al pasto serale), non creano problemi al compenso.  
Per gli spinelli vale lo stesso discorso che per i ragazzi non diabetici, certamente non sono da raccomandare (anzi!), ma non sono una causa conosciuta di scompenso glicemico.

 

Cordialmente

 

 


Dott. Alberto M. Davalli
Diabetologo - Endocrinologo
Istituto Scientifico H San Raffaele
Milano