Home » Esperti » FAQ - Terapia e cura » Galvus o Novonorm?
 
Galvus o Novonorm? PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Davalli   
Lunedì 23 Novembre 2009 10:16

D:

Gentilisimo dottore,
Sono una donna di 52 anni e da meno di un anno mi sono accorta di avere il diabete. Le premetto che soffro anche di tiroide.
Quando ho scoperto che il mio diabete era salito quasi a 300, dopo anche aver fatto delle analisi speciali che confermavano, il mio diabetista subito mi ha messo sotto insulina al fine di regolarizzare i valori.
Siccome fino a 4 mesi prima mi ero controllata con accertamenti e di diabete neanche l'ombra decisi di rivolgermi a un luminare affinchè raffinasse la terapia.
Mi consigliò di usare NOVONORM 1 mg prima dei pasti mezzogiorno e sera e insulina di base la mattina.
In questo modo più o meno va quasi bene.
Siccome ho voluto farmi una visita anche al policlinico, il diabetista del policlinico mi ha consigliato di sostituire il NOVONORM
con Galvus, che come dice lui è un prodotto in sperimentazione autorizzata che potrebbe risultare meglio del NOVONORM poichè non agisce per la stimolazione del pancreas e non fa alterare le transaminasi.
Vorrei da lei un consiglio.
La ringrazio anticipatamente.

Distinti Saluti

L.

 

R:

Gent.le signora,

evidentemente la diagnosi che le è stata fatta, alla fine, è quella di un diabete di tipo 2.  In questo case se riesce ad ottenere un buon compenso delle glicemie ed una emoglobina glicosilata inferiore al 7% con il Galvus, le consiglio di continuare tranquillamente con questa terapia.

Se non lo avesse già fatto le consiglio tuttavia di fare dosare il C-peptide e gli anticorpi antiGAD nel suo sangue per essere sicuri della correttezza della diagnosi di diabete di tipo 2.

 

Cordialmente,

 

 

 

Dott. Alberto M. Davalli 
Diabetologo - Endocrinologo 
Istituto Scientifico H San Raffaele 
Milano