Home » Esperti » FAQ - Terapia e cura » Riso rosso fermentato e statine
 
Riso rosso fermentato e statine PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Davalli   
Mercoledì 10 Marzo 2010 17:40

D:

Caro dottore,

per tenere sotto controllo o migliorare la situazione "valori del colesterolo" posso usare il riso rosso fermentato? E' efficace? posso utilizzarlo anche in presenza della patologia "tiroidite di hashimoto" trattata con eutirox?

grazie

 

S.

 

R:

Buongiorno,

il riso rosso funziona davvero.  Lo usi senza remore.

Cordialmente

 

D:

Mi scusi ancora, dottor Davalli,

ho trovato questo

http://www.farmacovigilanza.org/fitovigilanza/interazioni/049.asp)

"Poiché, il monacolino K è un composto strutturalmente identico alla lovastatina, l’uso del riso rosso fermentato dovrebbe essere evitato in pazienti già in trattamento con statine"

Quindi se il mio medico mi prescrivesse una statina, dovrei sospenderlo? Sarebbe dannoso o superfluo?

 

grazie ancora

S.

 

R:

Io continuerei anche le statine se poi al prossimo controllo dell’assetto lipidico il colesterolo totale e quello LDL fossero al di sotto della norma proverei a ridurre le statine dimezzandone la dose.  Poi al controllo successivo si potrà decidere se mantenere quel dosaggio di statina, ri-aumentarlo oppure sospenderle. Ne discuta comunque con il suo curante.

Cordialità

 

 

Dott. Alberto M. Davalli 
Diabetologo - Endocrinologo 
Istituto Scientifico H San Raffaele 
Milano