Home » Esperti » FAQ - Terapia e cura » Volo a Miami?
 
Volo a Miami? PDF Stampa E-mail
Scritto da Camillo Ricordi   
Lunedì 19 Novembre 2012 08:16

D: Gentilissima Dott.ssa D’Onofrio vorrei chiedere cortesemente un consiglio,
sono un uomo di 50 anni affetto da oramai da dieci anni da diabete di tipo 2.
La mia paura di non farcela fisicamente, sommato alla preoccupazione di padre di famiglia,  mi porta a chiederle se la cura che sto seguendo (senza riscontri soddisfacenti) puo’ ritenersi idonea  oppure sarebbe bene prendere il primo volo verso Miami e farmi visitare dal dott. Camillo Ricordi.
Nel caso indicativamente i costi si potrebbero sapere? Ci sarebbe la possibilità?
Di seguito i valori schematizzati.
(omissis)


Ringrazio di cuore qualunque tipo di aiuto, consiglio o presa visione.
Cordialmente

S. C.

 

R: Caro Stefano,

non sono un medico, quindi non mi permetto di valutare la  sua terapia e i  suoi esami.
Noto pero' che e' in sovrappeso (e questo non va bene) e che lei stesso giudica pessime le sue abitudini alimentari. Inoltre dice di fare pochissima attivita' fisica: insomma... lei si e' gia' risposto da solo!
A prescindere dalla terapia che  forse puo' essere rivista, credo che il primo passo sia cambiare lo stile di vita, altrimenti, neanche il prof. Ricordi potrebbe far nulla per lei!
Lei e' giovane quindi ha tutte le possibilita' (e responsabilita'!) di vivere, e bene, ancora a lungo!

Ad ogni modo, metto in copia il Prof. Ricordi, che, sono certa, vorra' darle il suo consiglio.

un caro saluto

Daniela D'Onofrio

 

R: non occorre prendere nessun aereo ... basta farsi vedere da un diabetologo in Italia :)

 

Camillo Ricordi, M.D.
Stacy Joy Goodman Professor of Surgery
Distinguished Professor of Medicine
Professor of Biomedical Engineering, Microbiology and Immunology
Director, Diabetes Research Institute and Cell Transplant Center, University of Miami
1450 NW 10th Avenue, Miami, FL 33136