Home » Esperti » FAQ - Terapia e cura » Potrà avere dei figli?
 
Potrà avere dei figli? PDF Stampa E-mail
Scritto da Alberto Davalli   
Sabato 18 Luglio 2009 16:25

D:

Buongiorno,
sono I e scrivo da Napoli.
La mia ragazza è diabetica (tipo 1) potrà avere figli?!
Che rischi ci sono? Quante probabilità ci sono che il bimbo nasca o possa essere un soggetto diabetico?
Io personalmente credo che affrontare una gravidanza non sia facile.
Vi ringrazio anticipatamente, la vostra risposta mi sarebbe di grande aiuto!

 

R:

Certo che la sua ragazza potrà avere dei figli!  Il rischio che i figli di madre con diabete di tipo 1 sviluppino anch’essi, nel corso della loro vita, il diabete di tipo 1 è molto basso (in media il 2%).  E’ un poco più elevato se il diabete nella mamma è stato diagnosticato prima dei 25 anni di età ma rimane comunque basso (sul 3%). 

 E’ vero che il diabete non controllato può causare problemi sia alla mamma che al nascituro e per tale ragione la gravidanza deve essere programmata ed evitata fino a quando i valori di emoglobina glicosilata non siano inferiori al 6.5%.  Durante la gravidanza il controllo metabolico deve essere ottimale e questo richiede sicuramente impegno da parte della gestante .  Questo vuole dire più controlli delle glicemie capillari (quelle rilevate con l’apparecchietto portatile) e più “aggiustamenti” delle dosi di insulina a seconda delle necessità.  Gli obiettivi da raggiungere sono più ambiziosi rispetto a quelli dello stato “non gravidico”.

 Se il diabete è ben controllato la gestante diabetica non presenta alcun rischio in più di quelli corsi da una persona “non diabetica” sia per quanto riguarda la sua persona che per il nascituro.  Adesso ci sono tutti gli strumenti adatti ad ottenere questi risultati.  Solitamente, la gioia per la futura maternità e la consapevolezza dell’importanza della posta in gioco, rendono molto ben sopportabili quei piccoli sacrifici in più richiesti.

 Per completezza va aggiunto che la gravidanza è sconsigliabile solo in presenza di complicanze croniche del diabete avanzate o in presenza di altre patologie associate, ma questo non mi sembra sia il vostro caso.

 Infine, se possibile, è preferibile che la gestante con diabete di tipo 1 sia seguita per tutta la gravidanza da un team composto da un diabetologo ed un ginecologo che la visitino periodicamente insieme.  Per ultimo (anche un po’ per scaramanzia), è meglio andare a partorire in ospedali dove esiste un reparto di neonatologia evitando le piccole cliniche.

 

Cordiali Saluti,

 

A. M. Davalli

 

Diabetologo - Endocrinologo
Istituto Scientifico H San Raffaele
Milano