Home » Esperti » FAQ - Gravidanza, pediatria, micro » Monitoraggio continuo
 
Monitoraggio continuo PDF Stampa E-mail
Scritto da Matteo Viscardi   
Lunedì 03 Maggio 2010 16:24

D:
mio figlio ha tre anni e mezzo ed è diabetico tipo1 da due anni, nonostante il nostro impegno e quello della diabetologa ultimamente non va tanto bene con le glicemie, quale strumento di controllo continuo ci consiglia, considerando appunto l'età del bambino che collabora abbastanza, ma comunque si muove tantissimo come tutti i bimbi?

Grazie!

 

R: 
gli attuali sistemi di monitoraggio in continuo del glucosio sono caratterizzati da un sensore ossia un elettrodo che si inserisce nel sottocute  e che rileva il contenuto di glucosio nei liquidi interstiziali ogni 5 minuti inviando tramite un trasmettitore il risultato ad un monitor delle dimensioni di un moderno cellulare e anche piu' piccolo.
I moderni sistemi permettono di monitorare in tempo reale indicando non solo il valore assoluto del glucosio nei liquidi interstiziali in quel momento ma anche l'andamento nel tempo, la variazione  e la velocita' di variazione del glucosio, avvisando l'utente tramite una serie di allarmi. questi sistemi pero' non sono totalmente indipendenti dal tradizionale sistema di controllo glicemico , ossia mediante prelievo di sangue capillare.
Infatti vanno calibrati con glicemie capillari e quest'ultime rimangono comunque pratica indispensabile per guidare le scelte terapeutiche. Ritengo rappresentino un valido elemento di supporto e complementare al controllo glicemico abituale quotidiano la cui indicazione di applicazione va attentamente valutata con lo specialista.
Penso che sia opportuno che ne parli con il suo diabetologo curante.

Rimango a sua disposizione per chiarimenti

Cordialita'


Dr Matteo Viscardi
H San Raffaele
Milano