Home » Esperti » FAQ - Gravidanza, pediatria, micro » Neodiagnosi in bambino di 16 mesi
 
Neodiagnosi in bambino di 16 mesi PDF Stampa E-mail
Scritto da Matteo Viscardi   
Lunedì 19 Novembre 2012 06:46

D: Sono un padre vi chiedo aiuto per salvare mio bimbo  che ha di 16 mese di vita,
Sfortunatamente ha subito ad un glicemia tropo alta. E stato in coma per circa (8 ore) come dicono i medici e aveva 500 di glicemia.
Ha di più di 10 giorni in ospedale di Matera. Fine ora i medici non sono ricuciti a stabilire la sua glicemia una volta si alza altro si abbassa. Le cause non si sa fine ora

Vi Chiedo:
- Quale sono le cause di questo sbalzo di glicemia
- Quale sono le conseguenze
- In caso di mal funzione di anticorpo ce la possibilità di rimetterle al normale funzione con una terapia
- In caso di un virus ce la possibilità di combattere questo maledetto virus con una terapia
- Come posso fare?

Aiutatemi sono un padre disperato per il futuro di mio unico figlio maschio

Vi prego di rispondermi a questi domande al più presto possibile e grazie anticipatamente

Distinti saluti
O. M.

 

R: Caro papa', ho poche informazini cliniche relative a suo figlio, pertanto le daro' informazioni generali relative al diabete, spero il piu' semplicemente possibile.
La forma di diabete che piu' frequentemente diagnostichiamo nei bambini si chiama diabete mellito insulino dipendente ed è una malattia cronica per cui il pancreas, un organo che si trova nella pancia, non produce piu' insulina. L'insulina è indispensabile per l'uomo per utilizzare gli zuccheri che mangiamo come energia per vivere.
Le cause sono molteplici, da fattori genetici (predisposizione) a verosimili fattori ambientali (si ipotizzano virus, alimenti...), fino a fattori autoimmunitari.
Ogni anno presso il mio centro diagnostichiamo circa 80 nuovi casi di diabete e circa il 35% di questi interessa bambini piccoli, come il suo e anche meno.
La terapia principale è l'insulina fatta con iniezioni sottocute. I nostri genitori (parlando di bambini piccoli come il suo) vengono istruiti adeguatamente in ospedale per poter gestire il diabete anche a casa,  con la stessa efficacia  e lo stesso impegno che ci mettiamo noi in ospedale.
Certo quanto piu' il bambino con diabete è piccolo quanto piu' possono essere i potenziali imprevisti di gestione (variabilita' glicemica, mangia non mangia, magari fa qualche
capriccio), ma tutto questo è in un certo senso "naturale" e "previsto".
La diabetologia moderna ha fatto grossi passi in avanti sia in termini di cura che di miglioramento della qualita' della vita dei bambini e dei ragazzi con diabete.
E' importante affidarsi ad un team medico esperto e competente con cui prendersi per mano ed incominciare a camminare insieme. Percorso magari non sempre diritto, non sempre facile, ma si puo' ricominciare a vivere e a guardare con fiducia al futuro.
All'atto  pratico, le conoscenze scientifiche attuali vedono ancora nell'insulina la terapia fondamentale ed insostituibile del diabete nei bambini.
Ma la ricerca internazionale e nazionale in particolare (l'Italia primeggia nella cura del diabete nei bambini) sta lavorando in molteplici direzioni sia in termini di terapia che di prevenzione del diabete.

La sua speranza è la mia speranza, la sua fiducia è la mia fiducia.
Come sempre, qualora lo volesse, tramite Daniela di Portale puo' contattare direttamente il mio centro per ulteriori dettagli.

Cordialita'

dr Matteo Viscardi