Mamma in crisi PDF Stampa E-mail
Scritto da Matteo Viscardi   
Giovedì 16 Luglio 2009 06:13

D: Buongiorno Dottore,
sono la mamma di un ragazzo di 12 anni affetto da diebete tipo 1 da circa 3 anni.
Siamo in cura all'ospedale di Piacenza, purtroppo da circa 4 mesi mio figlio ha i valori glicemi incontrollabili.
La nostra terapia ad oggi è questa: 4 u di actrapid a colazione 8 u di actrapid a pasto 7 u di actrapid a cena 18 u lantus ore 22,30 Purtroppo il nostro grave problema è dato dal fatto che spesso e volentieri alla sera dopo cena (all'incirca dopo 2 h dal pasto) il valore glicemico si abbassa notevolmente fino a raggiungere anche i 40 50mg/dl. 
Cerco di ristabilire immediatamente i valori dando da mangiare a mio figlio una dose di carboidrati di circa 20/30 gr di CHO e mi ritrovo a riprovargli la glicemia verso le ore 2 di notte ed avere valori molto alti  250/300 mg/dl alchè gli inietto ulteriori 2/3 u di actrapid e non sempre al mattino mi ritrovo valori buoni perchè spesso e volentieri si aggirano intorno ai 190mg/dl.
Ho provato a diminuire le unità di actrapid della cena ma se scendo al di sotto di 6 u ottengo glicemie alte dopo 2 h. Ho provato a sostituire l'actrapid della cena con la novorapid ma purtroppo nella notte la glicemia si alza notevolmente con il risultato cha alla mattina al risveglio ho sempre valori glicemici abbastanza elevati.
In questi ultimi giorni anche i valori glicemici pomeridiani sono alti (proprio ora gli ho provato la glicemia e ha un valore di 291 mg/dl!).

Le faccio presente che D, così è il nome di mio figlio, è regolarissimo ai pasti mangia tutti i giorni lo stesso quantitativo di carboidrati e una buona dose di fibre, difficilmente si lascia tentare dalla gola anche se nè avrebbe tutti i diritti vista l'età!!!!
Dimenticavo di dirle che il valore dell'ultima emoglobina glicata è 7,8, fino a giugno di quest'anno viaggiavamo intorno a valori massimi pari ad 6,9. Sono seriamente preoccupata e purtroppo spesso mi sento anche abbandonata dal nostro centro diabetico che in realtà non esisterebbe qui a Piacenza è solo un medico endocrinologo della pediatria che si occupa di questi ragazzi.

Sono stanca di sopportare tutta sola il peso di questa responsabilità ho veramente bisogno di trovare un centro, dei medici che possono darmi il loro totale supporto, venirmi incontro soprattutto in questi momenti così difficili , non so più dove sbattere la testa,  mi sento incapace nel gestire questa maledettissima malattia!!!!!.

Spero in un sua cortese risposta e soprattutto sarei molto felice se potessi rivolgermi al vostro centro per avere questo importante aiuto, Sono a sua completa disposizione per poter prendere contatti con Voi.

Grazie di cuore


 

R: In realta' sostituire l'actrapid con la novorapid alla sera ma con aggiustamento della dose di Lantus potrebbe essere una alternativa valida.
Bisognerebbe valutare piu' da vicino il diario glicemico.

Lasciando ovviamente a Lei la decisione in merito, posso comunque darle numeri per prenotare una visita ambulatoriale presso il nostro centro come lei mi richiede 0226432643.


cordialita'

 

Dr Matteo Viscardi
Pediatra
Centro di Endocrinologia dell'Infanzia e dell'Adolescenza
Istituto Scientifico H San Raffaele
Milano.