Home » Diabete tipo 2 » Terapia e cura » AstraZeneca, bene triplice terapia anti-diabete tipo 2
 
AstraZeneca, bene triplice terapia anti-diabete tipo 2 PDF Stampa E-mail
Giovedì 11 Giugno 2015 07:28

AstraZeneca ha annunciato al meeting dell'American Diabetes Association i risultati positivi dello studio di fase III che ha confrontato l'efficacia e la sicurezza della triplice terapia di associazione dapagliflozin, saxagliptin e metformina verso placebo, come terapia negli adulti con diabete di tipo 2 con un inadeguato controllo glicemico. Lo studio ha raggiunto il suo endpoint primario: i pazienti che hanno ricevuto la triplice combinazione, di dapagliflozin 10 mg, saxagliptin 5 mg e metformina, hanno ottenuto riduzioni medie significativamente maggiori di HbA1c rispetto ai pazienti trattati con placebo, saxagliptin 5 mg e metformina a 24 settimane.
"In questo studio, quando dapagliflozin è stato aggiunto a saxagliptin e metformina, i pazienti hanno dimostrato riduzioni maggiori di HbA1C rispetto a quelli del gruppo placebo", ha dichiarato l'autore principale dello studio, Chantal Mathieu, direttore del reparto di Endocrinologia all'ospedale universitario Gasthuisberg di Leuven, in Belgio.
"Con quasi il 50% dei pazienti con diabete di tipo 2 che si  ritiene non vengano controllati con metformina, sono necessari nuovi approcci terapeutici e questi dati si vanno ad aggiungere alle conoscenze sulle terapie di combinazione". "Siamo concentrati sullo studio delle terapie di combinazione unite a meccanismi d'azione complementari - commenta Elisabeth Björk, Vice President, Head of Cardiovascular and Metabolic Diseases, Global Medicines Development - e grazie al nostro ampio portfolio di prodotti in area diabete siamo ben posizionati in questo segmento. Questi risultati positivi rafforzano la nostra convinzione che le terapie di combinazione hanno il potenziale per essere utilizzate come terapia aggiuntiva per aiutare i pazienti con diabete di tipo 2 a raggiungere i loro obiettivi terapeutici".

AstraZeneca ha presentato una New Drug Application alla Food and Drug Administration per l'approvazione della combinazione a dose fissa di saxagliptin e dapagliflozin per il trattamento del diabete di tipo 2. La data finale di decisione sarà nel quarto trimestre del 2015.

 

 

da ADNKronos Salute