Home » Microinfusore » Controllare i chetoni se si stacca il micro
 
Controllare i chetoni se si stacca il micro PDF Stampa E-mail
Mercoledì 08 Febbraio 2006 09:56

Il microinfusore può essere staccato per brevi periodi, in genere non più di 4 ore.

Dopo qualche tempo la 'riserva' sottocutanea di insulina si riduce e la glicemia comincia a salire. In mancanza di insulina iniziano a formarsi nel sangue corpi chetonici, le molecole responsabili della chetoacidosi.

Uno dei problemi di queste interruzioni è il rischio di chetoacidosi ed il rischio opposto, al momento in cui si riprende la microinfusione, di andare in ipoglicemia per eccesso di insulina.
Un recente studio proveniente dall’Università di Perugia suggerisce di utilizzare anche il dosaggio deì chetoni, oltre a quello della glicemia, per monitorare la situazione metabolica.

Il vantaggio è costituito dal fatto che la concentrazione nel sangue di queste molecole aumenta più rapidamente rispetto alla glicemia, così come cala prima dopo la somministrazione di insulina.

 

 

 

 

 

 

Orsini-Federici M et al. Diabetes Technol Ther. 2006 Feb;8(1):67-75.