Home » Ricerca » Ricercatori Americani ed Olandesi sono riusciti a trasformare cellule mature che producono insulina in cellule che producono glucagone. Cambiare l'ormone prodotto dalle cellule e' ora possibile
 
Ricercatori Americani ed Olandesi sono riusciti a trasformare cellule mature che producono insulina in cellule che producono glucagone. Cambiare l'ormone prodotto dalle cellule e' ora possibile PDF Stampa E-mail
Giovedì 02 Maggio 2013 08:15

All’interno del pancreas sono presenti sia cellule che producono insulina, che è l’ormone che ci consente di ridurre la glicemia mediante l’attivazione di diversi processi metabolici e cellulari, sia cellule che producono il glucagone, che è un ormone che invece contribuisce a far aumentare i valori di glicemia. Uno studio nato dalla collaborazione tra Olanda e USA ha dimostrato che le cellule che producono insulina possono essere trasformate in cellule che producono glucagone. Questa differenziazione da un tipo cellulare ad un altro si verifica dopo che le cellule che producono insulina hanno rilasciato in circolo i granuli di insulina contenuti al loro interno. Inoltre, per passare da un tipo cellulare ad un altro, occorre l’intervento di diversi fattori di trascrizione, che sono delle proteine coinvolte nella promozione dell’espressione di determinati geni. Gli esperimenti sono stati condotti su pancreas umani donati da donatori aventi età media di 52 anni. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla nota rivista americana Diabetes.
Comprendere i meccanismi mediante i quali le cellule che producono insulina possono cambiare la loro identità è utile per la generazione di cellule che producono insulina, ponendosi come un’ormai futura strategia terapeutica per la cura del diabete.

 


Fonte:
Conversion of mature human β-cells into glucagon-producing α-cells.
Spijker HS, Ravelli RB, Mommaas-Kienhuis AM, van Apeldoorn AA, Engelse MA, Zaldumbide A, Bonner-Weir S, Rabelink TJ, Hoeben RC, Clevers H, Mummery CL, Carlotti F, de Koning EJ.
Diabetes. 2013 Apr 8. [Epub ahead of print]
doi: 10.2337/db12-1001
PMID: 23569174

 

da DiabeteRicerca