Home » Ricerca » “A la recherche” del diabete mellito nei giovani
 
“A la recherche” del diabete mellito nei giovani PDF Stampa E-mail
Martedì 07 Aprile 2015 07:05

Il diabete mellito nei giovani è spesso considerato sinonimo di diabete tipo 1, detto anche “insulino-dipendente”; ma c’è grande apprensione per l’aumentato riscontro, anche nelle età giovanili, di diabete tipo 2 (“non insulino-dipendente”, caratteristico della maturità e della senescenza). Le stime più aggiornate (1) riportano che nel 2001, negli Stati Uniti, 150.000 giovani avevano un diabete (tipo 1 o tipo 2) con una incidenza annua di 18.000 nuovi casi negli anni 2002-2003 (2).

La prevalenza del tipo 1 cambia molto a secondo della nazione, variando da percentuali molto basse (0,1/100.000 in Cina e Venezuela) con punte elevate del 36/100.000 in Sardegna e Finlandia secondo lo studio DiaMond (3). Invece il diabete tipo 2 è più comune tra i giovani americani di origine ispanica, africana e indiana (4), ma mancavano studi su ampie fasce della popolazione sino a che i ricercatori dello studio SEARCH (SEARCH for Diabetes in Youth Study) hanno iniziato a pubblicare le loro osservazioni sulla prevalenza e incidenza del diabete tra i giovani americani (tra 0 e 19 anni), descrivendone anche le caratteristiche demografiche, comportamentali, cliniche e socioeconomiche (5). Per esempio, nella popolazione bianca non ispanica (6), esaminando l’incidenza di 4 anni (dal 2002 al 2005) e la prevalenza nel 2001, si ottengono i seguenti risultati: la prevalenza del diabete tipo 1 è del 2 per 1.000 (rispettivamente maschi 2,02 e femmine 1,97). L’incidenza del diabete tipo 1 risulta essere 23,6 per 100.000, leggermente maggiore per i maschi (24,5) rispetto alle femmine (22,7) (p=0.04), e comunque con tassi più alti in confronto a quanto riportato da numerosi precedenti studi sia negli USA, sia in Europa. Sono molto pochi i casi di diabete tipo 2 in bambini di meno di 10 anni, mentre la prevalenza del diabete tipo 2 tra ragazzi di 10-19 anni è risultata dello 0,18 per 1.000, più elevata nelle ragazze (0,22) rispetto ai ragazzi (0,15) (p=0.01). L’incidenza del diabete tipo 2 è risultata pari al 3,7 per 100.000, con tassi simili per maschi (3,9 per 1.000) e femmine (3,4 per 1.000) (p= n.s.). I soggetti diabetici (sia di tipo 1, sia di tipo 2) presentavano frequentemente fattori di rischio cardiometabolici e comportamentali quali, ad esempio, alti livelli di Colesterolo LDL, limitata adesione alle raccomandate assunzioni di grassi saturi, abitudine al fumo.

Nei bambini afro-americani tra 0 e 9 anni la prevalenza (per 1.000) del diabete tipo 1 è risultata 0,57; per i ragazzi tra 10 e 19 anni la è risultata invece 2,04 con una incidenza annuale (per 100.000) simile per le due fasce d’età: 15.7 (7). Purtroppo circa il 50% dei giovani diabetici tipo 1 di età ≥15 anni ha una HbA1c ≥9,5%; il 44,7% è sovrappeso o obeso. Per quanto riguarda il diabete tipo 2, gli afro-americani tra 10 e 19 anni presentano una prevalenza (per 1.000) di 1,06 con un’incidenza (per 100.000) di 19,0; circa il 60% hanno un reddito basso e, tra i maggiori di 15 anni, il 27,5% ha una HbA1c ≥9,5%; il 22,5% è iperteso e oltre il 90% risulta sovrappeso o obeso.
Tra i giovani americani di origine asiatica o delle isole del Pacifico risulta significativa l’alta percentuale di obesità (71% degli asiatici; 100% degli isolani) con un BMI medio superiore a 33kg/m2. Tra i tipi 1 erano più frequentemente sovrappeso gli isolani rispetto agli asiatici (rispettivamente BMI medio di 26 vs 20 Kg/m2). L’incidenza del diabete tipo 1 nei bambini di età sino a 9 anni è risultata 6,4/100.000; per i ragazzi tra 10 e 19 anni è stata 7,4/100.000. L’incidenza del diabete tipo 2 (in questa fascia d’età) è pari a 12,1/100.000: questi dati devono stimolare i servizi sanitari pubblici a fare ogni possibile sforzo per prevenire il diabete tipo 2 e l’obesità negli adolescenti americani di etnia asiatica e delle isole del Pacifico.

Gli studiosi del gruppo SEARCH hanno anche preso in considerazione fattori metabolici che potessero differenziare i giovani diabetici rispetto ai coetanei non diabetici. Ad esempio, i livelli medi di Adiponectina (aggiustati per età, sesso e stadio di Tanner) (9) sono risultati più elevati nei diabetici tipo 1 rispetto ai controlli negli americani bianchi non-ispanici (17,6 vs 13,0 g/ml, p<0.001), negli ispanici (17,2 vs 13,0, p=0.01) e leggermente più alti (ma statisticamente non a livello significativo) negli afro-americani. E’ stata anche riscontrata una correlazione positiva tra Adiponectina e HbA1c nei diabetici tipo 1, anche dopo aggiustamento per età, sesso e razza/etnia, che merita ulteriori approfondimenti.
Similmente sono stati studiati i livelli di apolipoproteina B (apoB) e di LDL dense (10), riscontrando che l’11% dei giovani diabetici tipo 1 ha elevate concentrazioni di apoB (≥100mg/dL), l’8% ha LDL dense (rapporto di fluttuazione relativo ≤0.237) e il 12% ha colesterolo LDL elevato (≥130mg/dL). Invece, tra i giovani con diabete tipo 2, il 36% ha alti valori di apoB e LDL dense, ma solo il 23% ha elevato colesterolo LDL. 
Le LDL dense e le apoB aumentano con l’aumentare dell’HbA1c in entrambi i tipi di diabete; inoltre, tra i tipi 1 in cattivo controllo glicemico (HbA1c ≥9,5%) ben il 28% ha elevate apoB, il 18% ha LDL dense; infine, il 72% dei giovani diabetici tipo 2 non ben controllati ha elevate apoB e il 62% ha LDL dense.

Gli Autori concludono riconoscendo che nei giovani diabetici tipo 1 l’aumento di apoB e di LDL dense non risultavano particolarmente rilevanti, mentre le alterazioni delle lipoproteine erano significative nei giovani con diabete tipo2. Peraltro, la presenza di questi ulteriori fattori di rischio aumenta con il peggioramento del controllo glicemico in entrambi i tipi di diabete, sottolineando l’importanza di raggiungere e mantenere un ottimale controllo glicemico sin dalle giovani età.


Antonio C. Bossi
Direttore 
U.O. Malattie Metaboliche e Diabetologia
A.O. “Ospedale Treviglio-Caravaggio”

 

 

 

Bibliografia

  1. SEARCH for Diabetes in Youth Study Group: The burden of diabetes mellitus among US youth: prevalence estimates from the SEARCH for Diabetes in Youth Study. Pediatrics 118:1510–1518, 2006
  2. The Writing Group for the SEARCH for Diabetes in Youth Study Group: Incidence of diabetes in youth in the United States. JAMA 297:2716–2724, 2007
  3. Karvonen M, Viik-Kajander M, Moltchanova E, Libman I, LaPorte R, Tuomilehto J, the Diabetes Mondiale (DiaMond) Project Group. Incidence of childhood type 1 diabetes worldwide. Diabetes Care 23:1516–1526, 2000
  4. Fagot-Campagna A, Petit DJ, Engelgau MM: Type 2 diabetes among North American children and adolescents: an epidemiological review and a public health perspective. J Pediatr 136:664–672, 2000
  5. SEARCH for Diabetes in Youth Study: The Burden of Diabetes Mellitus Among US Youth: Prevalence Estimates From the SEARCH for Diabetes in Youth Study. Pediatrics 2006;118;1510-1518
  6. Bell RA, Mayer-Davis EJ, Beyer JW, D’Agostino RB Jr., Lawrence JM, Linder B, Liu LL, Marcovina SM, Rodriguez BL, Williams D, Dabelea D, for the SEARCH for Diabetes in Youth Study Group: Diabetes in Non-Hispanic White Youth. Prevalence, incidence, and clinical characteristics: the SEARCH for Diabetes in Youth Study. Diabetes Care 32 (Suppl. 2):S102–S111, 2009
  7. Mayer-Davis EJ, Beyer JW, Bell RA, Dabelea D, D’Agostino RB Jr., Imperatore G, Lawrence JM, Liese AD, Liu LL, Marcovina SM, Rodriguez B, for the SEARCH for Diabetes in Youth Study Group: Diabetes in African American Youth Prevalence, incidence, and clinical characteristics: the SEARCH for Diabetes in Youth Study. Diabetes Care 32 (Suppl. 2):S112–S122, 2009
  8. Liu LL, Yi JP, Beyer J, Mayer-Davis EJ, Dolan LM, Dabelea D, Lawrence JM, Rodriguez B, Marcovina SM, Waitzfelder BE, Fujimoto WY, for the SEARCH for Diabetes in Youth Study Group. Type 1 and Type 2 Diabetes in Asian and Pacific Islander U.S. Youth. The SEARCH for Diabetes in Youth Study. Diabetes Care 32 (Suppl. 2):S133–S140, 2009
  9. Barnes MM, Curran-Everett M, Hamman RF, Maahs D, Mayer-Davis EJ, D’Agostino RB Jr,   West N and Dabelea D: Determinants of adiponectin levels in young people with Type 1 diabetes. Diabet. Med. 25, 365–369 (2008)
  10. Albers JJ, Marcovina SM, Imperatore G, Snively BM, Stafford J, Fujimoto WY, Mayer-Davis EJ, Petitti DB, Pihoker C, Dolan L, and Dabelea DM: Prevalence and Determinants of Elevated Apolipoprotein B and Dense Low-Density Lipoprotein in Youths with Type 1 and Type 2 Diabetes. J Clin Endocrinol Metab 93: 735–742, 2008

 

 

da Cardiometabolica